sabato 10 ottobre 2015

Tutela dei reperti archeologici a Castelvetere in Val Fortore, la nota del Comitato “Castelvetere Viva”

Il Comitato Civico “Castelvetere Viva”, operante per la tutela del sito archeologico di Castelvetere in Val Fortore, fa presente che lungo il tracciato del metanodotto ‘Biccari – Campochiaro’ realizzato della Snam sul terreno distinto al catasto al foglio 9, particella 179, del Comune di Castelvetere in Val Fortore è stato riportato alla luce un insediamento rurale sannitico molto esteso.

venerdì 9 ottobre 2015

Meteo, pioggia in arrivo sul Fortore

(di Antonio Iannella)

Buon dì. Nulla di fatto ieri pomeriggio-sera. Un breve rovescio sopra i monti di Castelvetere intorno alle 17, qualcuno sparso sui monti della vicina Puglia, ma da noi non è riuscito a sfondare. 

D'altronde era nelle ipotesi il nulla, stante un fronte molto debole e sfrangiato. Di tutt'altra pasta il peggioramento che ci attende da stasera fino a domenica.


mercoledì 7 ottobre 2015

Storia di una nazione

(di Antonio Gentile)
Le Due Sicilie sono un organismo geopolitico. Una entità etnico-culturale specifica che mai si è lasciata omologare e, oggi, ritorna ad essere protagonista dei suoi destini riportando l'orgoglio della sua appartenenza.
Venivano dalla madre Grecia e portarono la civiltà, l'organizzazione, il commercio, l'arte, le scienze, il pensiero. Quando il Nord dell'Italia viveva ancora nella barbarie e Roma cominciava appena ad uscirne, una serie di città greche sparse lungo le coste dell'Italia meridionale e della Sicilia avevano già raggiunto un grande livello di civiltà e di prosperità.

lunedì 5 ottobre 2015

Passo indietro del sindaco sui Sassi di Baselice


Il Movimento per la tutela paesaggistica, da un sopralluogo effettuato nei giorni scorsi  presso il costone tufaceo di via Pescannozzo (i cosiddetti Sassi di Baselice), ha rilevato che si stanno estendendo delle reti metalliche anche sul lato sud, quello che guarda verso palazzo Lembo (come si vede dalla foto).

Il Movimento a questo punto presuppone che la colata di cemento (spritz-beton) andrà a coprire anche la facciata adiacente alle case, contraddicendo le riassicurazioni fatte dal sindaco Canonico nell’incontro pubblico che si è tenuto in sala consiliare nell’aprile scorso.

In quell’occasione il sindaco – supportato dai tecnici – aveva garantito che i lavori avrebbero interessato solo una parte del costone, quella che quella che guarda al Montetto-Pietà

domenica 4 ottobre 2015

Tagli, i piccoli comuni protestano contro il governo

Piccoli comuni sul piede di guerra. Fiaccati dai continui tagli e stanchi di fare gli esattori per lo Stato centrale, molti sindaci – da Nord a Sud – hanno deciso di serrare simbolicamente, l'altro ieri 2 ottobre, il portone dei propri municipi.
La singolare iniziativa, battezzata subito“Comune chiuso per tagli”, è promossa dall’Anpci (Associazione nazionale piccoli comuni italiani), e vede in prima linea Gianfilippo Mignogna, sindaco di Biccari, in provincia di Foggia.

Un piccolo borgo di 2.800 anime che si è visto trasferire dal Governo di Roma la modica cifra di 15mila euro. Una vera e propria miseria che – secondo il primo cittadino – metterebbe a rischio i servizi essenziali da erogare ai propri cittadini.
Per continuare a leggere l'articolo clicca qui sotto

Google