giovedì 8 gennaio 2015

L’informazione nel Blog: humus della democrazia

di Angelo Iampietro

Un organo di informazione, qualunque esso sia, che opera secondo i canoni della correttezza e riporta un’informazione oggettiva, pur esprimendo, nel dibattito, il proprio punto di vista, merita apprezzamento e riconoscimento non solo da parte dei fruitori, ma più in generale da tutti coloro che lo approvano per i risvolti culturali che essa determina nei comportamenti di una popolazione.

L’informazione arricchisce la persona e l’aiuta non solo a crescere e a maturare, ma ad essere al passo dei tempi, poiché lo sprona ad avere sempre l’occhio vigile su ciò che avviene intorno a lui, riuscendo, però, a decifrare in autonomia quanto appreso.

Del resto essa sta alla base del viver civile in un contesto sociale che tiene a cuore e difende i principi della democrazia, in base alla quale ogni individuo è cittadino a pieno titolo. Senza l’informazione non vi sarebbe libertà, elemento insostituibile per una cittadinanza attiva. Di qui la necessità di un’informazione libera che non pone bavagli al professionista che sa e svolge il ruolo con eticità nel convincimento di far conoscere e sapere.

Difendere questo principio di indipendenza è compito di ciascuna persona che ama la crescita culturale, sociale e umana di ciascuno.
Il Blog di Antonio Bianco svolge, da quando è stato posto in essere e sono già trascorsi diversi anni, con la sua informazione, pressoché quotidiana, un ruolo sociale e culturale di cui si avvantaggia, in gran parte, l’intera comunità dei centri fortorini, perché, maggiormente ad essi, è indirizzato il contenuto delle sue pubblicazioni.

Certamente gestire un “Blog”, come nel caso specifico, comporta un impegno quotidiano poiché il gestore deve reperire tutte le informazioni che vengono postate; le stesse, poi, meritano una valutazione obiettiva e deontologica prima che vengano poste in rete, sempre nel pieno rispetto delle normative vigenti. A tal riguardo nessuno può contestare che il “Blog di Antonio Bianco” non svolga a pieno questo compito che la “Legge” prima e la “deontologia professionale”, poi, pongono in essere.

Da parte mia va un grazie sempre vivo ad Antonio Bianco che, come detto in precedenza, con il suo Blog diffonde un’informazione che avvantaggia non solo l’intera comunità delle popolazioni del Fortore, ma anche i tanti che vivono lontano dai luoghi nativi.

L’augurio per il “2015” che porgo è questo: che il tuo “Blog” possa continuare a svolgere il ruolo che fin qui ha svolto, sempre con quell’entusiasmo e quella volontà, che ti contraddistinguono, nel vederlo crescere come merita.

Infine non mi resta che augurare un “Buon 2015” a te e a tutti coloro che collaborano con il tuo apprezzato mezzo di informazione, che si occupa delle idee, dei progetti, delle attività, degli eventi e di quanto avviene sul nostro territorio che merita la giusta divulgazione. Una giusta divulgazione, senza arrendersi, nel far conoscere, quanto è già stato programmato circa la conservazione del nostro habitat da ricerche che potrebbero compromettere la sua integrità naturale.
Google