lunedì 2 maggio 2011

IL BRIGANTE SECOLA, L'ANTEPRIMA DELLA COPERTINA DEL LIBRO



Questa è la storia di un brigante “per caso”: Antonio Secola, muratore del Fortore, area geografica montana della Campania, al confine con Puglia e Molise.

Secola si trova coinvolto, suo malgrado, nella violenta e cruenta vicenda del brigantaggio meridionale nell’Italia post-unitaria. I briganti, agli ordini di Michele Caruso, imperversano nella zona. Secola, scappato dal carcere di Campobasso, dov’era rinchiuso per un furto commesso per sfamare la sua famiglia, si fa brigante e ben presto conquista la fiducia dei suoi compagni e del comandante Caruso, tanto da diventare il suo luogotenente.

L’esercito piemontese, intanto, reprime ferocemente le rivolte, vere o presunte, dei briganti e quando Secola si rende conto che l’epilogo è vicino si consegna e confessa; avrà così salva la vita, ma sarà recluso fino alla fine dei suoi giorni nel penitenziario di Portolongone (Isola d’Elba).

La piccola storia di un uomo che, come tanti, viene travolto dagli eventi; ma sono gli uomini come Secola i veri protagonisti della storia. La “grande storia”, quella raccontata dai vincitori, sovrasta e dimentica le ragioni dei vinti; per questo molto ancora andrebbe indagato, per capire le ragioni delle vicende di cui ancora oggi subiamo le conseguenze.

visita il sito http://www.edizioni-ilchiostro.it/

domenica 1 maggio 2011

La Fortorina e la nuova galleria


E' stato abbattuto il diaframma della nuova galleria ''Fuciello'', in costruzione tra i km 7,960 e 8,630, nell'ambito dei lavori di realizzazione della Variante alla strada statale 212 ''della Val Fortore'', tra Pietrelcina e San Marco dei Cavoti, in provincia di Benevento. Lo comunica Anas.

La nuova galleria ''Fuciello'' e' una delle quattro gallerie naturali in costruzione sulla Fortorina. Si estende per una lunghezza complessiva di circa 670 mt, dei quali 572,5 in naturale e 97,5 in artificiale. La piattaforma stradale prevedera' una larghezza complessiva di 10,50 mt con due corsie, una per senso di marcia, da 3,75 mt e due banchine laterali da 1,50 mt.

Il progetto di ammodernamento si inserisce nel contesto della rete stradale della Campania, collegando le zone interne della Val Fortore con il capoluogo di provincia Benevento e tramite questo con i capoluoghi delle province campane.
I lavori in esecuzione dal bivio di Pietrelcina (km 5+600) allo svincolo per San Marco dei Cavoti sono ad un avanzamento pari a circa il 70%. La variante comprende importanti opere d'arte come 8 viadotti, 4 gallerie naturali, 3 gallerie artificiali, oltre ad opere d'arte minori come cavalcavia e sottopassi.
Google