sabato 8 maggio 2010

Sanniti svizzeri, Canonico incontra il console


Non solo celebrazione ma anche confronto sulle problematiche che riguardano i nostri emigranti. È questo il bilancio della Festa di primavera sannita, organizzata dall’associazione Sanniti svizzeri, che si è tenuta nei giorni scorsi vicino Zurigo, e alla quale ha partecipato anche una delegazione di amministratori beneventani.
Intanto, nella mattinata del 1 maggio il sindaco di Baselice, Domenico Canonico, è stato ricevuto dal Console generale d’Italia, Mario Fridegotto (a destra nella foto con la propria consorte), con il quale sono stati affrontati alcuni temi importanti. Come quelli che riguardano le vicende degli emigranti di cosiddetta seconda generazione (i figli di emigrati) rispetto ai legami della loro terra di origine. Nonché la promozione e valorizzazione dei prodotti agro-alimentari sanniti in Svizzera e le eventuali iniziative da mettere in campo. Fino alle questioni che riguardano l’associazionismo culturale in terra elvetica.

Inoltre, la sera stessa il primo cittadino, gli assessori Romano Zeolla, Salvatore Brancaccio, Isidoro Mascia e Pastore Giuseppe, e i sindaci di San Giorgio del Sannio, Giorgio Nardone, e di San Giorgio la Molara, Luigi Vella, hanno partecipato al dibattito dal tema “Gli amministratori locali come fanno fronte all’incombente crisi economica-occupazionale”. Più di trecento persone hanno seguito la discussione sui problemi legati al mondo dell’emigrazione nella confederazione elvetica.
E’ seguita una cena conviviale a base di prodotti tipici sanniti con scambi di doni tra le amministrazioni comunali partecipanti ed i membri stessi dell’associazione.
Infine, il 2 maggio la delegazione baselicese si è trasferita a Ginevra per incontrare una folta rappresentativa degli emigranti locali.

“Con questa esperienza – ha detto il sindaco Canonico – abbiamo voluto rinnovare la vicinanza nonché la gratitudine che la comunità di Baselice ha nei loro confronti per l’aiuto fornito negli ultimi decenni allo sviluppo economico e sociale del loro paese d’origine”.

venerdì 7 maggio 2010

Ospedali fantasma, nel beneventano c’è il telefono e il nome ma non la struttura


Abbiamo scovato nel mare magnum della rete questo articolo sull'ospedale di San Bartolomeo pubblicato dal giornale online milanse Blitzquotidiano.it.

A San Bartolomeo in Galdo, in provincia di Benevento, i cittadini aspettano l’ospedale ormai da 54 anni, da quel lontanissimo 1956 in cui venne presentato il primo progetto di costruzione della struttura. Nel sito del Comune figurano il numero di telefono dell’ospedale (che ha anche un nome, San Pio), della Asl Bn1 e del Servizio Ambulanze. Al numero dell’ospedale risponde un fax, a quello della Asl rispondono che il numero è inesistente, mentre al servizio di ambulanze delle “Misericordie” assicurano che l’ospedale non ha ancora aperto i battenti.

continua...

giovedì 6 maggio 2010

Tutti pazzi pr il teatro


Dal 3 al 16 giugno si svolgerà la prima edizione della rassegna teatrale: Tutti pazzi per il teatro, un percorso artistico che coniuga il disturbo mentale con il teatro esplorando nuove forme di comunicazione, e allo stesso tempo, di esperienza terapeutica. Chi è diverso, il folle, può offrire la propria dimensione altra che si traduce in una creatività ricca di sfumature e di colori straordinari. Tutti pazzi x il teatro, organizzata dal Centro di Salute Mentale di Puglianello, metterà in scena anche il lavoro laboratoriale dei pazienti e gli operatori del dipartimento che hanno rielaborato la commedia di Edoardo Scarpetta “Il medico dei pazzi”, con la regia di Antonello Santagata. Il cartellone della rassegna, che inizierà il 3 giugno al Teatro Comunale di Benevento, sarà presentato nel corso di una conferenza stampa in programma per fine maggio. Scegliere la diversità, sostiene Maurizio Volpe, direttore dell’UOCSM di Puglianello, rappresenta un modo importante per contribuire alla difesa della vita e della salute, che è la missione delle organizzazioni preposte e delle istituzioni che supportano e patrocinano l’evento: l’assessorato alla cultura della Provincia di Benevento, il Comune di Puglianello, il Comune di Benevento con l’assessorato alla cultura, la Proloco di San Salvatore, la Solot e tutte le altre associazioni che partecipano attivamente al progetto. Un significativo contributo è stato dato anche dal mondo del volontariato e, in particolare, dalla presidente della Rete Sociale Serena Romano.

mercoledì 5 maggio 2010

Emergency alla libreria Masone

Venerdì, 7 maggio, ore 20.30, presso la libreria Masone Alisei di Benevento, il gruppo locale di Emergency sarà protagonista de “I colori del cinema”, rassegna della biodiversità e della coesione sociale.

In programma, “Kabul: i volti degli effetti collaterali della guerra” (2009), proiezione delle foto realizzate da Carmen Papaianni, medico anestesista, durante la sua esperienza presso l’ospedale Emergency di Kabul.
Segue “Cosa ho imparato dagli afgani: tre mesi all’ospedale di Kabul”, intervento di Carmen Papaianni.
Introduce la serata Maurizio Pecoriello (gruppo Emergency AV/BN).

“I colori del cinema” è una rassegna che, promossa dalla Rete Arcobaleno, intende mettere in circuito le associazioni ecosolidali con le testate giornalistiche e con le librerie indipendenti, perseguendo una contaminazione di visioni e l’agevolazione di un linguaggio idoeneo a una società in trasformazione.

Da aprile a novembre 2010, per 23 eventi, realizzati di venerdì, alle 20,30, a turno, 26 realtà associative e culturali propongono la propria interpretazione della sostenibilità e della promozione sociale tramite un film, un corto, un documentario o foto. A conclusione dell’evento, un aperitivo, realizzato con prodotti del territorio, che consolida l’attitudine aggregativa dell’iniziativa.

www.beneventoecosolidale.wordpress.com

martedì 4 maggio 2010

Strade del Fortore, gli interventi della Provincia

Ecco gli interventi previsti dalla Rocca dei Rettori per la messa in sicurezza delle strade del Fortore.
Bivio Molinara per 250.000 euro; Baselice-Ponte Carboniera per 150.000 euro; San Bartolomeo in Galdo-Castelvetere Valfortore per 150.000 euro; Castelfranco in Miscano-Ponte Bagnaturo per 300.000 euro; Ginestra-Castelfranco in Miscano per 250.000 euro.

lunedì 3 maggio 2010

Baselice, sistemazione di via Crocella


Sistemazione di via Crocella. È questo il nuovo progetto messo in campo dal Comune di Baselice. Nei giorni scorsi la Giunta di piazza Convento ha deliberato sul provvedimento. Presenti, oltre al primo cittadino Domenico Canonico, il vicesindaco Giuseppe Ferro e gli assessori Salvatore Brancaccio, Romano Zeolla e Pasquale Stravato (Quest’ultimo sostituito poi dal consigliere Giancarlo Verdura).
“L’intervento su questa strada – dice il sindaco – è un’importante misura che rientra nei progetti di quest’amministrazione nel voler migliorare la viabilità interna del paese. Dopo le altre opere messe in campo, questa è un’ulteriore passo avanti nella sistemazione delle strade comunali”.
Per la sistemazione della strada è previsto un importo di 42mila euro: finanziamento che rientra nella legge regionale 51.
Google