sabato 25 aprile 2009

Baselice, ecco lo stato delle nostre strade




Sopra, nelle foto, alcuni tratti della provinciale Baselice-Ponte Carboniera. Non vogliamo fare nessun commento, le immagini parlano da sole.

venerdì 24 aprile 2009

Danni maltempo, la Provincia si appella alla Regione

La Provincia di Benevento si mobilita dopo la grave situazione che si è venuta a creare nel Fortore con i violenti nubifragi delle ultime ore. Soprattutto nella zona dei comuni di Baselice e San Bartolomeo in Galdo si è acuito ulteriormente il dissesto idrogeologico con conseguenze pensanti anche sulla viabilità.
Perciò il presidente Aniello Cimitile, d’intesa con l’assessore Antonio Barbieri, ha chiesto un incontro con l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Oberdan Florenza per individuare misure urgenti per far fronte ai disagi delle popolazioni.
(www.ilquaderno.it)

giovedì 23 aprile 2009

Cervaro, cronaca di un straripamento annunciato


di Luigi La Monaca*

Un forte nubifragio ha devastato la zona del Fortore. La località che ha pagato le maggiori conseguenze è a Baselice e precisamente la Contrada Costa. Il torrente Cervaro ha tracimato coprendo letteralmente l’unica strada di transito che collega alcune abitazioni al “resto del mondo”! Il sindaco di Baselice, Nicolino Del Vecchio, ha chiesto lo stato di calamità naturale. Si attende l’intervento delle autorità competenti. Tra gli sfollati di Baselice, figura anche un giovane che, per le conseguenze di un incidente stradale, è costretto su una sedia a rotelle. Per il momento i nuclei familiari sono ospitati in un agriturismo della zona ma, ovviamente, le condizioni di vita non sono delle migliori.

Ekoclub International, evidenzia come il “problema” era prevedibile e le soluzioni si potevano prendere prima e devono essere prese immediatamente. Un torrente senza argini e vicino ad una strada, prima o poi esonda e crea problemi! Realizzare gli argini a protezione della strada, non appare un’opera faraonica, è sufficiente un po’ di buona volontà e pochi spiccioli.

Nel Sannio numerose altre zone presentano gli stessi problemi, e gli amministratori, quelli che contano, pensano ai satelliti e alle feste nei borghi. L’Ente che dovrebbe mantenere la strada, evidentemente, non ha mai notato il problema che è evidenziato dalle due foto che correlano il comunicato. Naturalmente Ekoclub ritornerà sull’argomento nei prossimi giorni, sperando che tutto sarà risolto nel migliore dei modi.

*Presidente Provinciale di Ekoclub International

(Le foto sono trattate da www.sanniotradizioni.it)

mercoledì 22 aprile 2009

Nubifragio nel Fortore, viabilità in tilt


L’ennesimo duro colpo alla già dissestata viabilità del Fortore è arrivato nella giornata di ieri quando un violento nubifragio si è abbattuto in quasi tutta la Valfortore. Baselice e San Bartolomeo in Galdo messi in ginocchio prima da giorni di precipitazioni deboli ma continue, poi. ieri pomeriggio. un acquazzone ha complicato di molto la situazione di strade, torrenti e scarpate già precarie a causa di un inverno troppo ‘bagnato’ e, forse anche di una troppo spesso scarsa manutenzione.
L’allarme, al centralino del 115, è scattato poco dopo le 13, quando decine sono state le chiamate ai pompieri per gli allagamenti che hanno interessato scantinati, abitazioni e garage a San Bartolomeo in Galdo. Tre le squadre dei vigili del fuoco, arrivate dal distaccamento di San Marco dei Cavoti e dal comando provinciale, che hanno dovuto fronteggiare una situazione resa ancora più difficile dai tanti smottamenti avvenuti sulle strade che collegano i due centri fortorini. Ed ancora, paura per gli automobilisti in transito nei pressi di un torrente straripato sempre in quella zona.

In serata, i pompieri, che hanno dovuto richiamare in servizio anche il personale a riposo, sono dovuti intervenire nell’area con dei mezzi meccanici per liberare la carreggiata dai detriti scesi dai costoni.

Momenti di apprensione a Baselice dove distanza di poco meno di un mese, torna la paura frana che ha nuovamente interessato il costone tufaceo sotto lo storico Palazzo Lembo. Ieri pomeriggio, infatti, ancora uno smottamento di fango si è riversato sulla carreggiata di via Valfortore, la stessa che la sera del 23 marzo era stata completamente travolta dai detriti di una grossa frana che aveva portato a valle decine di metri cubi di materiale e per questo interdetta al traffico. Allora, come ieri, fortunatamente, nessun automobilista o passante è stato coinvolto.
Da pochi giorni via Valfortore era stata ripulita e riaperta al transito, anche se evidentemente, quei guard rail, sorretti da esili paletti in ferro, e messi a mo di ‘muro di contenimento’ non si sono rilevati sufficienti a contenere neanche il fango sceso dalla scarpata, tanto che i sostegni si sono piegati sotto il peso dei detriti più spessi.

Quel che per adesso è invece certo è che i tanti baselicesi e non solo, sono costretti nuovamente a convivere con un problema esistente dal marzo del 2005 quando dal lato opposto, e sempre a ridosso di Palazzo Lembo, un’altra parte del costone tufaceo cadde lungo via Valfortore.
(www.ilsannioquotidiano.it)

Maltempo, a Baselice straripa il Cervaro


Un forte nubifragio ha colpito ieri pomeriggio la zona del Fortore. A Baselice, in Contrada Costa, le abbondanti piogge hanno causato lo straripamento del torrente Cervaro che ha cambiato corso invadendo la strada che collega alcune abitazioni, ora isolate. In una di queste case, c’è una famiglia di sei persone con due bambini e un giovane con seri problemi di handicap che ha bisogno di cure costanti e immediate.

Le ruspe dei Vigili del Fuoco sono al lavoro ma ci sono enormi difficoltà dettate dal fatto che il torrente la divorato la strada. Il sindaco di Baselice, Nicolino Del Vecchio, ha chiesto lo stato di calamità naturale. Si attende l’intervento delle autorità competenti.
(www.ilquaderno.it)

martedì 21 aprile 2009

Alga rossa, a presto gli sviluppi

La procura di Foggia dopo aver acquisito documenti e testimonianze relative alla situazione della diga di Occhito e in particolare alla presenza della cosiddetta "Alga Rossa" nell'invaso appulo molisano. In un'intervista rilasciata alla "Gazzetta di Capitanata" nei giorni scorsi, il Procuratore Vincenzo Russo non si sbilancia, ma comunque fa nascere più di qualche preoccupazione nei lettori: "Abbiamo vincoli di riservatezza stretti, ma continuiamo a tenere alta l'attenzione. Stiamo facendo degli accertamenti". "Potrebbero esserci sviluppi - continua Russo - nelle prossime settimane".

(tratto da www.zeroventiquattro.it)

San Marco dei Cavoti, innovazione e tecnologia per il distretto tessile

Inaugurato il Centro Servizi del distretto tessile di San Marco dei Cavoti, che fornirà supporto alle aziende per la diffusione di servizi innovativi e per il superamento del divario tecnologico. L'obiettivo è di favorire il processo di sviluppo dell'innovazione all'interno dei sistemi produttivi locali e facilitare l'accesso delle imprese del settore tessile-abbigliamento ai sistemi di integrazione digitale. San Marco dei Cavoti affiancherà gli altri Centri collocati a Caserta, Ottaviano, Calitri e Succivo.
Il progetto rientra nell'Accordo di programma quadro in materia di e-government e Società dell'informazione siglato dalla Regione Campania nel 2004 con il ministero dell'Economia e delle Finanze, la presidenza del Consiglio dei ministri, il dipartimento per l'innovazione e le tecnologie e il Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione per favorire la digitalizzazione dei distretti dell'industria del tessile-abbigliamento.
(Tratto da epicentrobenevento.it)

lunedì 20 aprile 2009

Fonti rinnovabili, i protocolli d'intesa

Mercoledì prossimo presso la sede alla Rocca dei Rettori, verranno sottoscritti i protocolli d'intesa con i Comuni per avviare una nuova stagione di politiche energetiche da fonti rinnovabili.

I protocollo consentiranno di attivare sul territorio sannita norme per la produzione di energia da fonti rinnovabili, per la sensibilizzazione, l'informazione e la formazione sui temi delle fonti energetiche alternative al petrolio, per il risparmio energetico degli edifici e per l'implementazione delle reti.
Google