sabato 17 gennaio 2009

Cassintegrazione e disoccupazione

Nella classifica delle 103 province italiane, Benevento è al nono posto con 24 ore medie annue di cassa integrazione per lavoratore dipendente e un tasso di disoccupazione al 9,6%. E’ quanto emerge dallo studio sulla crisi economica realizzato dal Dipartimento Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil.

Nel 2008 il numero di ore di cassa integrazione complessiva (ordinaria e straordinaria), ammonta ad oltre 223 milioni con un aumento del 24,6% rispetto all’anno precedente. In particolare per quanto riguarda la cassa integrazione ordinaria sono state autorizzate oltre 113 milioni di ore con un incremento del 60,4% rispetto al 2007, mentre per la cassa integrazione straordinaria le ore autorizzate ammontano a 110 milioni, con un aumento dell’1,24% rispetto all’anno precedente.
(fonte: ilquaderno,it)

venerdì 16 gennaio 2009

Perdono il pelo ma non il vizio

Perdono il pelo ma non il vizio. Ai postfascisti non piace che qualcuno faccia vedere l’orrore della guerra. Mal sopportano che qualche giornalista fa il proprio dovere mostrando quel che avviene nella Striscia di Gaza: una strage di donne e bambini.
Tutto ciò non si può raccontare nella televisione pagata dai contribuenti. Perché se no si urta la sensibilità del presidente della Camera Fini, il quale dimenticando che l’articolo 21 della Costituzione stabilisce la libertà di espressione e che la legge sulla professione giornalistica a sua volta fissa che “è insopprimibile la libertà d’informazione e di critica”, chiama a telefono il presidente Rai Petruccioli per dirgli che ad Annozero ”è stato superato il livello di decenza”.
La risposta di Santoro non si è fatta attendere: “In un paese normale - si legge sul sito della trasmissione - il livello della decenza lo supera un Presidente della Camera che, travalicando i suoi compiti istituzionali, interviene per richiedere una censura nei confronti di un giornalista che sta compiendo il suo dovere di informare l’opinione pubblica”.

giovedì 15 gennaio 2009

Fortorina, sospesi i lavori per lo scavo archeologico

L'Anas pubblicherà domani sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara per i lavori di scavo archeologico in corrispondenza delle aree di cantiere dove sono in corso i lavori di costruzione della variante alla SS. 212 tra il bivio di Pietrelcina, al km 5,600, e lo svincolo per San Marco dei Cavoti, al km 46,900 della ex strada statale 369 nel Sannio.

Nella zona del beneventano sono state ritrovate tombe e fondazioni di insediamenti risalenti ad epoca incerta, e sono in corso le indagini archeologiche L'importo complessivo della prestazione è pari a 1,8 milioni di euro, di cui circa 1,7 milioni di euro per lavori da eseguire soggetti a ribasso ed oltre 35.000 euro per oneri relativi alla sicurezza (…).
(Tratto da epicentrobenevento.it)

mercoledì 14 gennaio 2009

Scuola, i precari su facebook.com

Il comitato precari scuola di Benevento sbarca su facebook.com. Dal link è possibile scaricare il materiale informativo, commentare e proporre eventuali iniziative. “Lo scopo di questa iniziativa è quello di creare un canale che permetta di aggiornare tutti gli iscritti riguardo le ultime iniziative intraprese e da attuare dal comitato stesso, di divulgare le ultime novità riguardanti la nuova riforma Gelmini e il decreto legge presentato al Senato dalla Lega, concernenti la creazione di Albi Regionali per i precari e soprattutto di creare un gruppo coeso che voglia cambiare la situazione di fatto del precario della scuola e di far si attraverso azioni congiunte con gli altri comitati precari di altre regioni d'Italia, sempre presenti sulla rete ,di ottenere dei riconoscimenti”.

(fonte: ilquaderno.it)

martedì 13 gennaio 2009

Sindaci, si va verso il terzo mandato

Potrà ricandidarsi chi governa da dieci anni consecutivi. Il sottosegretario Davico rassicura l’Anci. In giugno nei piccoli comuni si andrà al voto “con il terzo mandato”, la possibilità, cioè, per un sindaco di essere eletto consecutivamente tre volte e non solo due come adesso.

Lo afferma il sottosegretario all’Interno con delega agli Enti locali, Michelino Davico, commentando la presa di posizione dell’Anci, che in una lettera al ministro Maroni ha chiesto che governo e parlamento accelerino l’iter del disegno di legge sui piccoli comuni che tra l’altro prevede il superamento del secondo mandato per i comuni al di sotto dei 5 mila abitanti.

“Non c’e’ alcuno stallo - ha detto il sottosegretario Davico all’Ansa - il pacchetto enti locali sta seguendo il normale iter. C’e’ stata solo un’interruzione dovuta alle festività natalizie. Tutti e quattro i testi sono pronti e nei prossimi giorni - ha aggiunto - avremo l’ultimo confronto con le regioni e gli enti locali, dopo di che il pacchetto sarà presentato in consiglio dei ministri entro la metà di gennaio, al più tardi entro il 20 del mese. Questa é l’intenzione del ministro. Posso perciò prevedere sin da ora che per le elezioni di giugno si potrà’ andare con la nuova legge e quindi con il terzo mandato, non si tratta di una delega, ma di un disegno di legge e quindi prevediamo che possa diventare legge in marzo in tempo utile per la scadenza elettorale. La proposta del governo è che la nuova norma riguardi i piccoli comuni, cioè quelli al di sotto dei 5 mila abitanti, ma - ha detto Davico - spetterà alle aule e al dibattito politico decidere. Questa - ha concluso - è la proposta del governo”. Gli altri provvedimenti del pacchetto, sottoforma di leggi delega, riguardano la riforma del testo unico degli enti locali, le funzioni fondamentali e le città e le aree metropolitane.
(Fonte: ANSA)

Ambulanza del Fortore, ancora nulla di fatto


(epicentrobenevento.it) La buona volontà c’è. I risultati, però, ancora non si vedono. L’ambulanza per il Fortore, il cui acquisto fu deciso dalla giunta provinciale presieduta da Carmine Nardone con delibera 128 del 27 febbraio 2008 e impegno di spesa di 100mila euro, resta ancora un’utopia. La burocrazia è lenta e, troppo spesso, non tiene conto delle esigenze della gente. La gara per l’aggiudicazione è ancora in corso presso l’Asl Benevento 1, a cui la Provincia di Benevento ha delegato la procedura. Il 16 dicembre scadevano i termini per la presentazione dell’offerta; il successivo 19 era fissata la prima seduta pubblica per l’aggiudicazione. A tutt’oggi, tuttavia, per l’asserita necessità di richiedere integrazione di documenti e chiarimenti, l’acquisto non è stato perfezionato. Sono passati 11 mesi dalla decisione “politica” e qualche altro ne passerà per formalizzare l’iter.

Noi restiamo dell’idea, come scrivemmo il 12 dicembre, che l’acquisto di un’ambulanza per la martoriata terra del Fortore avrebbe avuto bisogno di una corsia preferenziale, pur in presenza di inevitabili lungaggini burocratiche attinenti al trasferimento di fondi tra due enti. Un anno è troppo, decisamente troppo, qualunque possano essere le giustificazioni. E se non ci fossero state le pubbliche lamentele del parroco, quanto tempo ancora sarebbe passato? E che quelle lamentele fossero fondate è dimostrato dal fatto che il presidente Cimitile ritenne, il 2 ottobre, di dovergli rispondere altrettanto pubblicamente specificando che “la Provincia ha puntualmente provveduto a dare esecuzione al proprio deliberato ed anche a sollecitare, nei giorni scorsi, la stessa Asl a predisporre la gara d’appalto per l’acquisto dell’ambulanza; dal canto suo, l’Asl ci ha testè comunicato che sono state superate alcune difficoltà di ordine meramente tecnico-procedurale al fine di giungere alla donazione che, sotto la responsabilità della stessa Asl, sarà finalmente quanto prima messa a disposizione della comunità di San Bartolomeo in Galdo”.

Oggi, 13 gennaio 2009, non resta che aspettare e sperare che tutto vada rapidamente in porto.

lunedì 12 gennaio 2009

Consensi stabili per Cimitile

Diminuisce la fiducia dei cittadini nel sindaco di Benevento, Fausto Pepe. Lo certifica l’annuale classifica del quotidiano economico “Il Sole 24 Ore” oggi in edicola. Nella graduatoria generale, il primo cittadino è solo all’87° posto su 105. Il gradimento è pari al 50% con 2 punti in meno rispetto allo scorso anno e quasi 5 sul 2006.

Ancora più marcata la differenza con il giorno dell’elezione quando Pepe venne suffragato dal 56,1% dei consensi. Il sindaco Udeur, però, può consolarsi perché tra i sindaci campani lo seguono quello di Caserta Nicodemo Petteruti (104°) e di Napoli Rosa Russo Iervolino (105°).

Risultato lusinghiero, invece, per Vicenzo De Luca di Salerno che guadagna la quarta posizione e per Giuseppe Galasso di Avellino classificatosi 42esimo. Nella classifica dei presidenti di Provincia, Aniello Cimitile mantiene il risultato conseguito alle elezioni (55%) e si posiziona 44esimo.
(ilquaderno.it)
Google