venerdì 27 giugno 2008

Ecoballe a San Giorgio la Molara: c’e’ il dietrofront


Sembra scongiurata la possibilità della realizzazione di un sito di stoccaggio di ecoballe a San Giorgio la Molara in località “Chiagnoloferro”.
Un verbale del sopralluogo tecnico datato firmato dal Generale dell’Esercito Francesco Giannini, dichiara all’Arpac di non procedere all’analisi del territorio in questione dopo che i tecnici del Commissario hanno esaminato i documenti che il sindaco di San Giorgio la Molara Luigi Vella aveva portato a Napoli in occasione del colloquio tenutosi il 20 giugno con i tecnici ed i rappresentanti dell’Esercito che gestiscono l’emergenza rifiuti in Campania. Motivo del dietrofront la presenza di falde acquifere nel territorio interessato che alimentano i comuni di San Giorgio la Molara e Ginestra degli Schiavoni.

Il fallimento strategico delle Regioni dopo riforma Titolo quinto

Sanità, energia, istruzione e agricoltura il fallimento delle Regioni, per non parlare dei fondi Ue. È quanto emerso durante una conferenza stampa sulla sanità italiana tenutasi a Roma presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati che ha visto la presenza del portavoce dei Piccoli Comuni, Virgilio Caivano.
“Le Regioni, soprattutto quelle del Sud hanno fallito la propria missione in materia di sanità, energia, istruzione e agricoltura – ha detto – La sanità continua ad essere considerata una prateria per foraggiare le fameliche clientele dei partiti politici e dello lobbi. Lo sperpero del danaro pubblico ha raggiunto limiti insopportabili con grave danno per i servizi che continuano ad essere carenti e soprattutto nei piccoli Comuni inesistenti. In autunno - l’annuncio del leader di Piccoli Comuni - porteremo in piazza milioni di residenti nei piccoli Comuni per dire no a queste Regioni sprecone e fallimentari che su temi strategici come energia, istruzione, agricoltura e sanità hanno totalmente fallito”.

L'emigrante colto di Baselice


All'inizio del '900, un emigrante di Baselice, in provincia di Benevento, sbarcò a New York, in cerca di fortuna. Il dolore per aver dovuto lasciare la sua terra natale con la conseguenza di una sostanziale perdita di identità gli procurarono una dolce nostalgia.
Per difendersi, si immerse, come spettatore, nell'affascinante mondo del varietà e del musical, allora molto in voga a Brooklyn, trovandovi, così, sollievo alla propria solitudine.
Il piacere che gli procurava il teatro americano, in tutte le sue espressioni, era così forte che, nella sua semplicità, volle coinvolgervi, alla sua maniera, tutti coloro che aveva lasciato al paese natio, inviando loro le locandine degli spettacoli e delle riviste teatrali che, in quella epoca ai primi anni del Novecento, erano molto diffuse ed applaudite.
Come destinatario privilegiato, oltre ad altri cittadini, scelse un nobile rappresentante della società di Baselice, l'Avvocato Giovanni Marsullo De Colellis, che le conservò gelosamente, dopo averle mostrate a tutti gli altri notabili del paese.
Il nipote, Pasquale Del Vecchio, con questa mostra intende recare un omaggio all’emigrante colto che, con il suo gesto, ha regalato, a noi ed a tutto il suo paese, una testimonianza della produzione artistico-teatrale dell'America di quegli anni.
Nello stesso tempo, ci piace ricordare che Roberto Leone Roberti, padre del mitico regista Sergio Leone, nel 1926 produsse e diresse il film "Napoli che canta": struggente documento storico di una Napoli che fu, in omaggio all'emigrante meridionale.
A cura dell'Associazione L'Accordeon
In collaborazione con Lega Italiana Diritti Dell'Uomo
(tratto da exibart.com)

Rifiuti radioattivi, il generale Giannini: scopriremo i colpevoli

"Scoveremo chi sversa materiale radioattivo tra i rifiuti solidi urbani”. Lo assicura il generale di divisione, Franco Giannini, capomissione della struttura tecnico-logistica del sottosegretariato per l'emergenza rifiuti in Campania parlando del ritrovamento di alcune sostanze con tracce di radioattività in un carico destinato alla discarica di Sant'Arcangelo Trimonte, in provincia di Benevento.
'Posso assicurare che la situazione però è sotto controllo - aggiunge Giannini - grazie all'impegno costante dei nostri soldati'.
I controlli sui rifiuti sono serrati e sono svolti sia dal personale dell'Esercito che dai vigili del fuoco, che dispongono di particolare attrezzature. 'Gli addetti alle verifiche lavorano incessantemente - aggiunge Giannini - Un lavoro che viene svolto a garanzia della popolazione'.
(Ansa 26 giugno 2008)

giovedì 26 giugno 2008

L'esercito segnala sostanza radioattiva, verifiche in corso alla discarica di S. Arcangelo Trimonte

Questa mattina i militari dell’Esercito hanno segnalato la probabile presenza di sostanza radioattiva in un camion di rifiuti, proveniente dalla provincia di Napoli, che doveva scaricare nella discarica di Sant’Arcangelo Trimonte, aperta da ieri pomeriggio. Il mezzo è stato prontamente bloccato e sottoposto a controlli più approfonditi che sono tuttora in corso. Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Benevento e gli agenti della Digos della Questura.
(fonte: ilquaderno.it)

mercoledì 25 giugno 2008

Sant’Arcangelo Trimonti, arrivano i primi camion di rifiuti

E’ iniziato a Sant’Arcangelo Trimonte lo sversamento dei rifiuti nella nuova discarica regionale. Il primo camion è giunto alle 15,30 in località Nocecchia. A presidiare la zona i militari dell’Esercito e gli agenti della Polizia. Prima dell’ingresso dei mezzi nell’impianto, è stato disposto un controllo sulla radioattività e sulla tossicità delle sostanze trasportate.

A sorvegliare sulla correttezza delle operazioni il generale dell’Esercito Giannini, braccio destro del sottosegretario Bertolaso nell’emergenza rifiuti in Campania. Nessuna scena di protesta da parte dei cittadini che hanno preferito restare a casa anche tenendo conto delle norme restrittive introdotte dal Governo per chi intedesse bloccare l’ingresso dei camion nelle discariche.

Presente, comunque, il sindaco Aldo Giangregorio che ha assistito all’apertura della prima vasca che ha una capacità di circa 150 mila tonnellate.
(tratto da il quaderno.it)

Sant'Arcangelo Trimonti, apre la prima vasca della discarica

Definiti gli ultimi dettagli tecnici, apre oggi alle ore 15 la prima vasca della megadiscarica di S.Arcangelo Trimonte ubicata in località ‘Nocecchia’.
Via libera dunque allo sversamento dei rifiuti nella vasca, che ha una capacità di circa 150 mila tonnellate, in attesa della realizzazione della seconda, che dovrebbe raccogliere altre 500 mila tonnellate.
Ieri pomeriggio aveva dato esito positivo il collaudo effettuato in località contrada Nocecchie, nel territorio del comune di Sant’Arcangelo Trimonte.
Si tratta del sito dove è stata ubicata la discarica provinciale del Sannio. Tre ingegneri, nel corso di tutto il pomeriggio di ieri, hanno effettuato tutte le verifiche possibili e, alla fine, hanno dichiarato che la prima vasca può cominciare ad ospitare i rifiuti perché ci sono le precauzioni necessarie per evitare l’inquinamento del terreno circostante.
I primi compattatori, carichi di rifiuti, dovrebbero cominciare ad arrivare già nel pomeriggio di oggi.
Martedì pomeriggio, come si ricorderà, il sottosegretario all’emergenza rifiuti, Guido Bertolasmo, aveva incontrato gli amministratori e la popolazione di Sant’Arcangelo Trimonte per dare tutte le garanzie su i rifiuti che saranno sversati a contrada Nocecchie.
(fonte: 82cento.it)

martedì 24 giugno 2008

AltraBenevento presenta il libro "Roba nostra" di Vulpio


Le reti di complicità e connivenze tra politici, esponenti professionali e istituzionali, faccendieri e malavitosi, organizzate con l’unico scopo di saccheggiare i beni e le risorse pubbliche, sono il tema centrale del libro “Roba nostra. Storie di soldi, politica, giustizia, nel sistema del malaffare” pubblicato agli inizi di maggio scorso e che sarà presentato a Benevento alla fine di questo mese.

L’autore è Carlo Vulpio, inviato del Corriere della Sera, il quale anche grazie alle rivelazioni emerse dalle inchieste del Pubblico Ministero Luigi de Magistris e alle vicende del giudice Clementina Forleo, punta l’attenzione sui partiti- famiglia, formula di grande successo in Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania, Puglia, Molise, cioè quelle macchine oleatissime con cui si smistano i fondi nazionali ed europei, si assegnano gli appalti, si decide la fortuna o la sfortuna nelle carriere pubbliche, a cominciare dalla magistratura.
Carlo Vulpio con questo libro, pubblicato dalla casa editrice Il Saggiatore con la prefazione di Marco Travaglio, mette in primo piano le vere forze che «fanno girare» il paese, condannandolo all’inefficienza dei servizi, agli scempi ambientali e al declino inarrestabile della sua economia.

Di queste forze, dopo le scoperte pionieristiche del pool di Milano, il libro “Roba Nostra” offre la radiografia più aggiornata. Nuovi capibastone politici, tangentisti della prima e della seconda Repubblica, massoni riuniti in fantasiose logge, affaristi devoti della Compagnia delle Opere, clan familiari che sperimentano le tecniche più spietate per garantirsi il controllo di tutto ciò che è pubblico in intere regioni: dalla sanità all’istruzione, ai cosiddetti incentivi per lo sviluppo.
La saga italiana delle «mani sporche» tocca con questo libro uno dei suoi culmini.
Carlo Vulpio sarà a Benevento lunedì 30 giugno per la presentazione del libro organizzata da “Altrabenevento-associazione per la città sostenibile contro il malaffare” che si terrà nella Sala Vergineo del Museo del Sannio, alle ore 17,30.
Gabriele Corona
Presidente AltraBenevento

lunedì 23 giugno 2008

Sant’Arcangelo Trimonte, visita pomeridiana di Bertolaso

Il sottosegretario all'emergenza rifiuti, Guido Bertolaso, si è recato nel pomeriggio a Sant'Arcangelo Trimonte, dove come noto è imminente l'apertura di una nuova discarica.
Bertolaso ha verificato l'impianto dal punto di vista tecnico, ed ha incontrato il sindaco, Aldo Giangregorio, e la popolazione, rivolgendo loro un ringraziamento per la disponibilità mostrata nel contribuire al superamento della crisi campana.
Presenti tra gli altri il prefetto De Miro, il sindaco e vice sindaco di Paduli.
(fonte: 82cento.it)

Rifiuti, il termovalorizzatore si farà ad Agnano

Il termovalorizzatore di Napoli sorgerà nell’area dell’ex spaccio della Nato nel quartiere Agnano, nell’area occidentale del capoluogo partenopeo. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, durante una conferenza stampa.
(fonte: coriere.it)

San Marco, i lavori della Fortorina entro il 2010

I dirigenti nazionali dell'Anas, guidati dal presidente Pietro Ciucci, si sono riuniti a Napoli per il consueto vertice dell'azienda.
Il seminario, che si è svolto presso l'hotel Excelsior, è stato anche l'occasione per tracciare un bilancio sugli investimenti in corso in Campania, sulle opere di prossimo avvio e sui lavori programmati di qui al 2011.

Tra i lavori in corso figura la variante alla strada statale 212 “Fortorina” dal bivio di Pietrelcina allo svincolo per San Marco dei Cavoti che si sviluppa con importanti opere d'arte quali gallerie e viadotti per circa 17 chilometri su un territorio articolato e complesso, anche per la presenza di reperti archeologici.
I lavori avranno termine nel 2010 consegnando alla comunità tutta una nuova e importante arteria che costituirà non solo il collegamento con le tra le aree interne ma anche il volano per lo sviluppo industriale delle aree del Fortore e del beneventano.
(fonte: Adnkronos del 22 giugno)
Google